Coordinamento in materia di sicurezza pubblica

Come possono tutti i servizi di prima emergenza prendere le decisioni migliori, insieme?

Contattateci per una diagnosi 

Lavorare insieme

Le decisioni sotto pressione sono il pane quotidiano delle organizzazioni di sicurezza pubblica. E le buone decisioni richiedono le informazioni giuste al momento giusto e il coordinamento di tutte le parti interessate. Ma come è possibile identificare facilmente le minacce, e orchestrare i membri del team e le risorse, tenendo i cittadini informati dell’evoluzione della situazione? Quando arrivano sulla scena del crimine, i primi soccorritori hanno bisogno di informazioni a portata di mano per salvare vite umane o prevenire il crimine. Le soluzioni di nuova generazione consentono a tutte le organizzazioni, dalla polizia ai vigili del fuoco e al personale medico, di condividere le informazioni in tempo reale e di lavorare insieme per mantenere il pubblico al sicuro.

Nuove sfide per il coordinamento della sicurezza pubblica

Sistemi PSAP isolati

In molte regioni, centri di dispacciamento indipendenti, specifici per le agenzie, dirigono sul posto la polizia, i vigili del fuoco e il personale medico. Naturalmente esiste un certo coordinamento, ma in pratica la separazione dei compiti isola le organizzazioni di sicurezza pubblica all’interno dei silos, con alcuni preposti per lo scambio di informazioni tra le agenzie. Di conseguenza, il coordinamento è ostacolato e limitato a pochi scenari predefiniti. Il personale non può condividere facilmente le informazioni.

Comunicazioni disparate e obsolete

Sul campo, le apparecchiature di comunicazione dei primi soccorritori sono spesso inadeguate. Gli investimenti del passato hanno bloccato molte agenzie in standard di comunicazione ereditati che erano stati progettati solo per la voce. Per eseguire le odierne applicazioni ricche di dati, i primi soccorritori devono portare con sé altri portatili che sono scollegati dai canali vocali. Questo rende anche difficile per loro chiamare i colleghi di altre agenzie, se i loro dispositivi sono incompatibili.

Applicazioni inadeguate

Le informazioni disponibili per il personale del call center possono essere troppo scarse o troppo dettagliate. Possono consultare una schermata con dati nudi; dirigono le operazioni a terra utilizzando messaggi vocali e di testo. Per lo scambio con il personale di terra, oltre il 30% del traffico vocale può essere dedicato a fornire aggiornamenti sulla posizione: indirizzo dell’incidente, velocità del soccorritore e tempo di arrivo previsto. E i primi soccorritori sono spesso limitati ai telefoni cellulari, mentre i cittadini sono spesso alla ricerca di informazioni.

Soluzioni collaudate

PSAP multi-agenzia

Sempre più spesso le organizzazioni di sicurezza pubblica regionali e nazionali adottano sistemi unificati che coprono più agenzie, dalla polizia e dai vigili del fuoco all’EMS. Essi sono adattati alle specifiche esigenze di riservatezza e di informazione di ciascuna specialità. Rendono facile condividere le informazioni in modo naturale e coordinarsi sul campo per una risoluzione rapida ed efficiente. Questi sistemi unificati coprono sia le applicazioni che le comunicazioni. Poiché tutto il personale di sicurezza pubblica utilizza gli stessi strumenti o strumenti completamente interoperabili, ciò aumenta la consapevolezza della situazione e facilita la formazione, il supporto e il coordinamento su larga scala.

Comunicazione per le esigenze di oggi

Il coordinamento è una sfida umana – la tecnologia da sola non basta a risolverla, ma gli strumenti moderni fanno la differenza. Smartphone, reti private resilienti e infrastrutture basate su IP consentono di condividere in modo affidabile informazioni sulle missioni ricche di dati, con l’usabilità che il vostro personale si aspetta. Non è necessario scartare gli investimenti passati in LMR/PMR – questi portatili possono essere collegati a reti 4G/5G con moduli dispatcher. In questo modo, l’intera task force può parlare con la registrazione completa della missione.

Applicazioni ricche di informazioni

Le informazioni possono salvare vite umane, e senza determinare un sovraccarico di dati. Al contrario, al personale possono essere presentati i fatti giusti per prendere rapidamente buone decisioni. L’accesso a una grande quantità di dati geografici, video e sensoriali richiede applicazioni che si adattino all’utente, sia nel PSAP che sul campo. Dalla polizia basata sui dati agli allarmi contestuali, le applicazioni flessibili integreranno nuove funzionalità come le comunicazioni multimediali per il prossimo futuro.

Polizia predittiva

Sfruttando e utilizzando i dati provenienti dai sistemi di monitoraggio urbano e da fonti Internet aperte, le città possono mantenere le comunità sicure. Le informazioni sono fondamentali per preparare le missioni di polizia, considerando dati come il contesto locale, l’attuale attività dei social media e la storia delle chiamate. Ciò include avvisi preventivi che aiutano a categorizzare gli incidenti e a guadagnare minuti preziosi per evitare che le situazioni si aggravino.

Facilità d’uso

Per prendere rapidamente decisioni critiche, chi chiama e chi invia ha bisogno di una presentazione intuitiva degli elementi giusti quando ne ha più bisogno. Per evitare il sovraccarico di informazioni, la ricerca di dati e la manipolazione eccessiva, le schermate devono essere semplificate e fornire i dati giusti al momento giusto. E le informazioni devono essere condivise automaticamente tra le parti interessate in base alle necessità, tra il PSAP e tutti i primi soccorritori.

Notre esperto

Eric Wahed

Global Head of PS&D NG112 EMEA

Contattateci

Per ulteriori informazioni sulle nostre soluzioni o se volete una diagnosi, compilate il seguente modulo di contatto e vi risponderemo: